Il Tiro Moderno

La ZNKR ha codificato le forme di tiro dividendole in due stili, shmen e shamen.

Il tiro shmen prevede il sollevamento dell'arco di fronte al tiratore (shmen uchiokoshi) cos come facevano i cavalieri nelle epoche pi antiche; il tiro shamen si ispira invece per la forma a quello di Heki Danjo, delle scuole che tiravano al Sanjsan Gend e dei soldati a piedi, con il sollevamento dell'arco lateralmente (shamen uchiokoshi) dalla parte del bersaglio.

kamae.gif (6529 byte)

uchiokoshi.gif (7388 byte)

Per quanto riguarda gli altri particolari del tiro come l'apertura dei piedi (ashibumi), il caricamento e la tenuta delle frecce, sono stati previsti due metodi denominati issoku e nisoku, detti anche e forse un po' impropriamente reishakei e bushakei perch derivano rispettivamente dal tiro cerimoniale e da quello da guerra (questi ultimi due termini hanno riferimenti precisi nella storia del kyd); issoku e nisoku hanno pari dignit ma considerato un errore mischiare elementi dell'uno con quelli dell'altro, l'unica eccezione concessa nei riguardi del torikake (afferrare con il guanto la corda e la freccia); vedi la tabella riassuntiva.

Nel kyd moderno non ci sono altre distinzioni, per vi sono alcuni Maestri molto legati alle loro scuole tradizionali che continuano ad insegnare questi metodi mantenendo cos le antiche scuole ancora vive; nessuno pu dire quale sia la scelta giusta o la migliore, va per riconosciuto che si tratta di cose ben distinte.

A titolo puramente indicativo il tiro shmen issoku quello pi simile alla scuola Ogasawara, il tiro shamen nisoku trova il suo riferimento nelle scuole Heki e quello shmen nisoku a quella Honda; il tiro shamen issoku non trova riferimento nelle scuole del passato e, pur essendo tecnicamente possibile, non si ha notizia di tiratori che lo esercitino.

Come tutte le associazioni giapponesi di arti marziali, anche la ZNKR prevede una duplice divisione dei propri affiliati per livello tecnico e per "livello di docenza"; i livelli dei tiratori vengono divisi in 3 kyu (classi) che vanno dal terzo al primo e 10 dan (gradi), dal primo al decimo; i dan (fino all'ottavo) si possono conseguire unicamente per esame pubblico, scritto e pratico; i primi vengono chiamati mudansha mentre i possessori di dan vengono chiamati yudansha; i praticanti dal quinto dan vengono considerati di grado superiore e chiamati kodansha.

I livelli di docenza sono tre e prendono rispettivamente i nomi di Renshi, Kyoshi e Hanshi che corrispondono grossomodo ad Allenatore, Istruttore e Maestro; il possessore di uno di questi titoli prende il nome di shg.

Uno degli scopi principali della ZNKR quello di fissare una base comune per tutti i praticanti fino a go dan renshi (quinto grado tecnico ed assistente all'insegnamento), in pratica il komatomae (vedi il paragrafo sulla pratica); successivamente possibile accedere ad altri insegnamenti pi particolari e/o specializzati (vedi ancora il paragrafo sulla pratica).